Elena Favilla

Follow:

Nata a Livorno nel 1979, si avvicina alla musica all’età di 7 anni, entrando nella corale “Domenico Savio” della sua città. Nel 2002 si diploma in viola con Riccardo Masi presso l’Istituto Musicale Pareggiato “P. Mascagni” di Livorno. Da studentessa vince il Secondo Premio alla 24° Rassegna di Vittorio Veneto; entra inoltre a far parte dell’Orchestra Giovanile Italiana (ricoprendo dal 2001 il ruolo di prima viola), e
poi dell’Orchestra dei Giovani dell’Unione Europea (EUYO), e viene per questo premiata nel 2002 con la medaglia di bronzo ai Benemeriti della cultura e dell’arte della Repubblica Italiana. Successivamente si perfeziona con Hatto Beyerle, e partecipa a masterclass tenute da Simonide Braconi e Danilo Rossi prime viole dell’Orchestra del Teatro alla Scala), Simone Briatore e Raffaele Mallozzi (prime viole dell’Orchestra dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia), Danusha Waskiewicz (già prima viola dei Berliner Philharmoniker e dell’Orchestra Mozart), Alexander Zemtsov (già prima viola della London Philharmonic e dei Bayerische Rundfunk).
Da sempre innamorata della musica da camera, dal 2001 al 2004 è stata membro del Quartetto d’Archi Devet, con il quale ha partecipato all’Accademia Europea del Quartetto sotto la guida di Hatto Beyerle (Alban Berg Quartett), Norbert Brainin (Amadeus Quartet), Piero Farulli (Quartetto Italiano) e Milan Škampa (Smetana Quartet), e ha vinto il Primo Premio al Concorso Internazionale “Anemos” di
Roma.
Nel 2012 ha ideato il progetto Archi Riflessi, e per due anni ha fatto parte dell’omonimo quartetto, creando il format “Storie di Musica” il cui obiettivo era avvicinare alla musica cosiddetta “classica” un pubblico sempre più ampio e variegato attraverso nuove forme di proposta che annullino la distanza fra musicisti e ascoltatori coinvolgendoli entrambi attivamente.
Ha collaborato con importanti complessi sinfonici e da camera, tra cui l’Orchestra Mozart (diretta da Claudio Abbado), l’Orchestra dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia, l’Orchestra Sinfonica Nazionale della RAI, l’Orchestra del Teatro Regio di Torino, l’ORT – Orchestra della Toscana, l’Orchestra del Teatro dell’Opera di Roma, l’Orchestra del Teatro San Carlo di Napoli; ha inoltre fatto parte della
Filarmonica Arturo Toscanini (poi “Symphonica Toscanini”), diretta da Lorin Maazel. Suonando in queste orchestre si è esibita in alcune fra le sale più prestigiose del mondo (Philharmonie di Berlino, Opera di Parigi, Concertgebouw di Amsterdam, Lincoln Center di New York, Suntory Hall di Tokio ecc…), sotto la bacchetta di direttori quali Claudio Abbado, Myung-Whun Chung, Gustavo Dudamel, Mikko Franck, Valery Gergiev, Daniel Harding, Lorin Maazel, Zubin Mehta, Kurt Masur, Antonio Pappano.
Dal 2006 al 2015 ha curato programmi di sala della Stagione Sinfonica della Fondazione Pistoiese Promusica, in collaborazione col Professor Quirino Principe.

Dal 2014 lavora per la Fondazione Promusica come Assistente alla Direzione Musicale: insieme al Direttore Musicale Daniele Giorgi ha ideato e segue il progetto Orchestra Leonore (orchestra di livello internazionale con base a Pistoia, composta da musicisti eccellenti attivi in prestigiosi ambiti cameristici e con esperienze in importanti orchestre internazionali tra cui Lucerne Festival Orchestra, Berliner
Philharmoniker, Accademia di Santa Cecilia, Mahler Chamber Orchestra, Chamber Orchestra of Europe, Orchestra Mozart, Sydney Symphony Orchestra) e il progetto Floema, attraverso il quale l’Orchestra Leonore diventa il fulcro per una serie di iniziative tese a creare un innovativo “ecosistema musicale”.

Ritratti Festival © 2019 All rights reserved. Made with passion by OctopusMedia